PREMIO LEIVI 2013

PREMIO LEIVI 2013


Continuità, ritorno e qualche novità, con la provincia della Spezia in bella mostra. Sono gli elementi fondamentali che emergono dalle classifiche dell’edizione di quest’anno del Premio Leivi, organizzato da Comune e Pro Loco della cittadina, la cui cerimonia si è svolta domenica 28 luglio nell’area sportiva di San Bartolomeo.

Nella classifica degli oli DOP si delinea la sostanziale continuità degli ultimi anni, segno che il livello della qualità produttiva si è assestata e lo ha fatto, secondo gli esperti, su livelli alti: vince, infatti, la Cooperativa Agricola Lavagnina (8 punti), già al primo posto due anni fa, davanti all’azienda agricola La Bilaia (7,90 punti), anch’essa di Lavagna, anch’essa già abituata all’alta classifica nel premio, e alla Cooperativa Olivicoltori Sestresi (7,55), vincitori l’anno scorso.

Nella classifica degli oli extravergine non dop, la provincia della Spezia, pur con pochi partecipanti (sei su sessantanove complessivi) la fa da padrona: prima l’azienda Attilia Torchiana di Sarzana, terza Ca’ du Bruzon di Castelnuovo Magra, con, in mezzo Luigi Bocco, di Lorsica. Quest’ultimo, però, all’alta posizione in classifica unisce la soddisfazione, non da poco, di ottenere il premio della giuria, speciale, di giornalisti e ristoratori (la classifica ufficiale deriva, invece, dal giudizio di una giuria tecnica), presieduta dal sindaco, Vittorio Centanaro. Premi straordinari sono andati anche al produttore più giovane, Fulvio Lertora, di San Colombano, ed al più anziano, che si conferma Domenico Solari di Leivi, ormai 92enne, mentre miglior olio di Leivi è risultato quello di Vittorio Sanguineti.