LA MOLITURA DELLE OLIVE

Il processo di acquisizione e lavorazione delle olive per la produzione dell'olio

Dopo l'identificazione del produttore che conferisce le olive, il frantoiano di turno all'accettazione, effettua un controllo delle stesse per verificarne visivamente le conformità qualitative e l'adeguatezza del prodotto per essere ammesso al processo di molitura.

Qui entra in gioco anche l'esperienza e la professionalità: elementi importanti e determinanti ai fini del risultato. Nel caso le olive non fossero idonee vengono rifiutate e riconsegnate a chi l'ha portate.

Accertatene quindi la validità e lo stato, una volta pesate, le olive vengono immesse all'interno di un macchinario che ne asporta le parti leggere estranee (foglie, rametti, residui della raccolta etc.) e la lavatrice le ripulisce dalle impurita' per mezzo di acqua corrente.

Successivamente i frutti vengono frantumati per mezzo di un potente frangitore a martelli e la pasta che si ottiene, viene convogliata nelle vasche gramolatrici e diluita con acqua.

Terminato il periodo di gramolazione, la pasta è pronta per l'immissione nel decanter, che ad una velocità' di 3600 giri/minuto separa tra loro la sansa, il mosto d'olio e l'acqua.

L'ultima macchina, in ordine di impiego, è il separatore centrifugo verticale con il quale viene separata l'acqua di vegetazione dall'olio e lo stesso, dopo essere stato depurato dai residui solidi (morchie) , e' pronto per essere consumato.

Gallery

Video